Chi sono

Laureato all'Accademia di Belle Arti di Brera con il massimo dei voti, collabora dal 2004 con il gruppo artistico The Bag Art Factory.
Nel 2007 entra a far parte del TDK Crew, lo storico gruppo di writer milanesi, una delle realtà notoriamente più forti e radicate nell'ambiente del graffiti writing italiano.
Background
La formazione artistica e culturale di Federico Unia è fortemente legata alla sua città natale, Milano, che, dice, l'ha stregato, affascinato e rapito, come una bellissima e ambigua figura di donna. La grande metropoli, meravigliosa e dannata, contraddittoria e frastornata da messaggi pubblicitari eterogenei, ha dato forte impulso all’'emergere di quel personalissimo linguaggio espressivo a lungo trattenuto in una sorta di incubazione contemplativa. Le esperienze valicate dalla pop-art e le destabilizzanti riflessioni New Dada concorrono a plasmare la sua identità artistica. Federico trae ispirazione dalla reinterpretazione del concetto di poster attuata dagli affichistes del Nouveau Réalisme, Mimmo Rotella in primis, dai combine-paintings di Rauschenberg e dalle riproposizioni d'icone-tipo di Andy Warhol e Roy Lichenstein, per approdare, attraverso il filtro della street art e la rimeditazione dei linguaggi, a un proprio originalissimo modus-operandi. Nasce così un’'opera ibrida, Urban-Pop, che testimonia l’'abilità nel mescolare stili e modalità diverse, ad espressione di una notevole sensibilità creativa.

who i am

Graduated with honors from the Brera Academy of Fine Arts, since 2004 he collaborates with TheBagArtFactory artistic group. In 2007 he joined the TDK Crew, the historic group of Milan murals writers, renowned as one of the strongest and deep-rooted realities in the Italian graffiti writing’s scene.
Background
The artistic and cultural background of Federico Unia is strongly linked to his birthplace: Milan. As he explains, the city is enchanting, intriguing and ravishing, just like a beautiful and shady woman. The wonderful and damned metropolis, confounding and dazed by heterogeneous advertising, gave boost to the outcropping of that peculiar artistic language, kept inside for a long time in a sort of contemplative incubation. His artistic identity stems from the collective experimenting of the pop art and the reflection over disrupting New Dada ideas. Federico draws inspiration from the reinterpretation of poster-art carried out by Nouveau Réalisme’s affichistes -first and foremost Mimmo Rotella-, from Rauschenberg combine-paintings and from Andy Warhol and Roy Lichenstein reworking of popular icons, to end up with a unique modus-operandi, modeled through the street art filter and his creative reuse of artistic languages. The result is a hybrid Urban-Pop creation, which emphasizes his ability of mixing different styles and techniques and expresses an impressive creative insight.

Consulta il profilo di Omer su